CampoBase - Sussidiario delle discipline Matematica - Scienze 4 Libro accessibile

Il ciclo naturale dell'acqua L'acqua presente sul nostro pianeta si trasforma continuamente da uno stato a un altro secondo un ciclo chiamato ciclo dell’acqua, attivato dal calore del Sole. Vediamolo in dettaglio. 1 Il calore del Sole riscalda l’acqua degli strati superiori di mari, laghi e fiumi e la fa evaporare. L'acqua sale verso l'alto sotto forma di vapore acqueo. 2 Quando la temperatura dell'aria si abbassa, il vapore acqueo si condensa e forma una nuvola, cioè un insieme di piccolissime gocce d’acqua abbastanza leggere da rimanere sospese nell’aria. 3 Quando le nuvole salgono più in alto e incontrano una corrente d’aria fredda, allora le piccole gocce d’acqua presenti all'interno della nuvola si uniscono formando gocce più grandi e pesanti che cadono al suolo sotto forma di pioggia. Nel caso di correnti molto fredde, l'acqua può cadere sotto forma di neve o grandine. 4 Una parte dell’acqua delle precipitazioni torna ad alimentare direttamente i fiumi, i laghi e anche i mari. Un’altra parte penetra nel terreno in profondità, fin quando non incontra uno strato di roccia impermeabile, dove si accumula in depositi sotterranei chiamati falde acquifere. Dalle falde l'acqua torna in superficie attraverso le sorgenti. 5 Le acque delle sorgenti alimentano nuovamente i fiumi, i laghi e quindi i mari; e il ciclo ricomincia. LE PAROLE DELLA SCIENZA Impermeabile Indica un corpo che non lascia passare liquidi attraverso di sé. STUDIO CON METODO Espongo il testo. Ripeti il testo utilizzando queste domande guida. Da che cosa è attivato il ciclo dell’acqua? Cosa accade quando l’acqua dei mari, dei fiumi e dei laghi viene riscaldata dal Sole? Come si formano le nuvole? Come si forma la pioggia? Dove finisce l’acqua delle precipitazioni? Cosa sono le falde acquifere? Il ciclo dell'acqua Video embeddato
Il ciclo naturale dell'acqua L'acqua presente sul nostro pianeta si trasforma continuamente da uno stato a un altro secondo un ciclo chiamato ciclo dell’acqua, attivato dal calore del Sole. Vediamolo in dettaglio. 1 Il calore del Sole riscalda l’acqua degli strati superiori di mari, laghi e fiumi e la fa evaporare. L'acqua sale verso l'alto sotto forma di vapore acqueo. 2 Quando la temperatura dell'aria si abbassa, il vapore acqueo si condensa e forma una nuvola, cioè un insieme di piccolissime gocce d’acqua abbastanza leggere da rimanere sospese nell’aria. 3 Quando le nuvole salgono più in alto e incontrano una corrente d’aria fredda, allora le piccole gocce d’acqua presenti all'interno della nuvola si uniscono formando gocce più grandi e pesanti che cadono al suolo sotto forma di pioggia. Nel caso di correnti molto fredde, l'acqua può cadere sotto forma di neve o grandine. 4 Una parte dell’acqua delle precipitazioni torna ad alimentare direttamente i fiumi, i laghi e anche i mari. Un’altra parte penetra nel terreno in profondità, fin quando non incontra uno strato di roccia impermeabile, dove si accumula in depositi sotterranei chiamati falde acquifere. Dalle falde l'acqua torna in superficie attraverso le sorgenti. 5 Le acque delle sorgenti alimentano nuovamente i fiumi, i laghi e quindi i mari; e il ciclo ricomincia.  LE PAROLE  DELLA SCIENZA Impermeabile Indica un corpo che non lascia passare liquidi attraverso di sé. STUDIO CON METODO Espongo il testo. Ripeti il testo utilizzando queste domande guida. Da che cosa è attivato il ciclo dell’acqua? Cosa accade quando l’acqua dei mari, dei fiumi e dei laghi viene riscaldata dal Sole? Come si formano le nuvole? Come si forma la pioggia? Dove finisce l’acqua delle precipitazioni? Cosa sono le falde acquifere?   Il ciclo dell'acqua Video embeddato