CampoBase - Sussidiario delle discipline (Storia e Geografia 4) Sfoglialibro

Dove? Osserva la cartina geostorica: come puoi vedere le Civiltà del Mediterraneo si svilupparono in territori bagnati dallo stesso mare. h ? c r Pe I FENICI lungo le coste dell'attuale Libano. I CRETESI sull'isola di Creta. I MICENEI nel Peloponneso. IL MARE DIVENTA UNA RISORSA Perché queste civiltà si stabilirono sulle isole e lungo le coste? l'entroterra era arido e montuoso, dunque poco adatto all'agricoltura; dai boschi ricavavano un legname adatto per costruire imbarcazioni; le coste erano ricche di insenature e porti naturali; dal mare i pescatori procuravano il cibo per nutrirsi; il mar Mediterraneo poteva essere una via per il commercio con altri popoli. La Porta dei Leoni a Micene. A differenza delle civiltà dei fiumi che erano prevalentemente agricole, le civiltà affacciate sul Mediterraneo si dedicarono alla navigazione ed al commercio. Com e L'UOMO SVILUPPA LA TECNICA E IL COMMERCIO Come riuscirono queste civiltà ad affrontare il mare e ad utilizzarlo come via di comunicazione con popoli lontani? impararono a costruire imbarcazioni più sicure, robuste e veloci; migliorarono le tecniche di navigazione e di orientamento; crearono scali commerciali in cui attraccare e scambiare i prodotti. Il mare, che prima costituiva un ostacolo e teneva separati popoli tra loro lontani, ora diventa un "mare che unisce" e che favorisce gli scambi economici e culturali. Un bassorilievo che raffigura dei marinai fenici mentre caricano dei tronchi di cedro sulle navi. 95
CampoBase - Sussidiario delle discipline (Storia e Geografia 4) Sfoglialibro