Società e attività

LE ci v il tà I Babilonesi erano organizzati in un grande impero in cui il re aveva tutti i poteri. La società era divisa in: uomini liberi, cioè proprietari terrieri, medici, scribi, commercianti, che godevano di grandi privilegi; contadini e pastori, che dipendevano solitamente dai proprietari terrieri in cambio di denaro o protezione; schiavi, che non godevano di nessun diritto e che avevano perso la libertà. I Babilonesi si ispirarono per molti aspetti al modo di vivere dei Sumeri, traendo vantaggio dall'abbondante riserva d'acqua che garantivano i fiumi Tigri e Eufrate. Si dedicarono quindi all'agricoltura, migliorando le tecniche di coltivazione grazie alla costruzione di canali grandiosi e acquedotti che portavano l'acqua in vasti territori; praticavano anche l'allevamento di capre e pecore e la pesca. I Babilonesi furono abili artigiani, soprattutto nella lavorazione dell'oro e nella produzione delle ceramiche e, come i Sumeri, svilupparono un fiorente commercio con le popolazioni vicine grazie alla presenza delle vie fluviali. I popoli della MESOPOTAMIA I Babilonesi: la società e le attività storia Società e attività dei gra ndi fiumi Quaderno delle competenze: p. 11 STUDIO con METODO Espongo il testo. Leggi con attenzione queste due pagine e rispondi. Chi era e cosa fece Hammurabi? Che cosa accadde tra il Primo ed il Secondo Impero babilonese? Da chi erano costituite le classi sociali presso i Babilonesi? Quali erano le principali attività economiche dei Babilonesi? Quale vantaggio offriva il fiume ai commercianti? 29
Società e attività