CampoBase - Sussidiario delle discipline Storia - Geografia 4 Libro accessibile

CITTADINI DEL MONDO IL TEMPIO DI LUXOR Dedicato alla divinità di Amon, la costruzione del tempio di Luxor iniziò nel Nuovo Regno con Amenofi III, della XVIII Dinastia; poi proseguì con Tutankhamon, che fece aggiungere colonne e statue. L’espansione maggiore si ebbe con Ramses II circa 100 anni dopo l’inizio dei lavori. Il tempio rappresentava l’abitazione terrena della divinità, il luogo sacro dove ci si recava ad onorare gli dèi. Le cerimonie vi si svolgevano quasi quotidianamente e qui venivano istruiti i giovani aspiranti sacerdoti. Veduta attuale della facciata del tempio di Luxor e del tratto finale del viale delle sfingi con il volto del faraone. 1 LA BARBA SACRA In occasione delle feste più importanti, la statua della divinità, coperta da un velo, era collocata su una barca cerimoniale di legno dorato e portata in processione dai sacerdoti, affinché la gente comune potesse renderle omaggio. 2 GLI OBELISCHIAltissimi e quadrangolari con la punta a forma di piramide, rappresentano Ra. Dei due obelischi di granito rosa, uno attualmente si trova a Parigi in Place de la Concorde. 3 IL PILONE Era la facciata formata da due alti muraglioni, decorati con scene dei trionfi militari del sovrano. Ai lati dell’ingresso erano posizionate sei statue colossali di Ramses II. 4 IL CORTILE Attraverso i piloni si giungeva in un ampio cortile aperto; fin qui era consentito l’accesso ai fedeli. 5 LA SALA IPOSTILIA(cioè a colonne)Le colonne e le pareti del tempio erano dipinte o scolpite con immagini che celebravano le divinità o il faraone. 6 IL SANTUARIO Era la parte più sacra del tempio, a cui avevano accesso soltanto il faraone e i sacerdoti. Le stanze basse e scarsamente illuminate, creavano un’atmosfera di raccoglimento. All’interno del santuario si custodiva la statua della divinità. 7 LA MURAGLIA Aveva una funzione protettiva ed era realizzata con mattoni di paglia ed argilla essiccati al sole. IL SITO OGGI Costruita nel luogo in cui sorgeva l’antica Tebe, la città di Luxor è inserita nel patrimonio mondiale dell’Unesco. Al centro dell’interesse dei turisti, il Tempio di Luxor è uno dei più affascinanti monumenti dell’antico Egitto, elegante esempio di architettura faraonica. La via che conduce al tempio, costeggiata da due file di sfingi, una volta arrivava fino alla città sacra di Karnak, 3 km a nord. Passeggiando nei dintorni tra gli edifici moderni di Luxor si trovano tracce di questa via processionale, con ancora qualche frammento di statua intatto.
 CITTADINI DEL MONDO IL TEMPIO DI LUXOR Dedicato alla divinità di Amon, la costruzione del tempio di Luxor iniziò nel Nuovo Regno con Amenofi III, della XVIII Dinastia; poi proseguì con Tutankhamon, che fece aggiungere colonne e statue. L’espansione maggiore si ebbe con Ramses II circa 100 anni dopo l’inizio dei lavori.  Il tempio rappresentava l’abitazione terrena della divinità, il luogo sacro dove ci si recava ad onorare gli dèi. Le cerimonie vi si svolgevano quasi quotidianamente e qui venivano istruiti i giovani aspiranti sacerdoti. Veduta attuale della facciata del tempio di Luxor e del tratto finale del viale delle sfingi con il volto del faraone. 1 LA BARBA SACRA In occasione delle feste più importanti, la statua della divinità, coperta da un velo, era collocata su una barca cerimoniale di legno dorato e portata in processione dai sacerdoti, affinché la gente comune potesse renderle omaggio. 2 GLI OBELISCHIAltissimi e quadrangolari con la punta a forma di piramide, rappresentano Ra. Dei due obelischi di granito rosa, uno attualmente si trova a Parigi in Place de la Concorde. 3 IL PILONE Era la facciata formata da due alti muraglioni, decorati con scene dei trionfi militari del sovrano. Ai lati dell’ingresso erano posizionate sei statue colossali di Ramses II. 4 IL CORTILE Attraverso i piloni si giungeva in un ampio cortile aperto; fin qui era consentito l’accesso ai fedeli. 5 LA SALA IPOSTILIA(cioè a colonne)Le colonne e le pareti del tempio erano dipinte o scolpite con immagini che celebravano le divinità o il faraone. 6 IL SANTUARIO Era la parte più sacra del tempio, a cui avevano accesso soltanto il faraone e i sacerdoti. Le stanze basse e scarsamente illuminate, creavano un’atmosfera di raccoglimento. All’interno del santuario si custodiva la statua della divinità. 7 LA MURAGLIA Aveva una funzione protettiva ed era realizzata con mattoni di paglia ed argilla essiccati al sole.   IL SITO OGGI  Costruita nel luogo in cui sorgeva l’antica Tebe, la città di Luxor è inserita nel patrimonio mondiale dell’Unesco. Al centro dell’interesse dei turisti, il Tempio di Luxor  è uno dei più affascinanti monumenti dell’antico Egitto, elegante esempio di architettura faraonica. La via che conduce al tempio, costeggiata da due file di sfingi, una volta arrivava fino alla città sacra di Karnak, 3 km a nord. Passeggiando nei dintorni tra gli edifici moderni di Luxor si trovano tracce di questa via processionale, con ancora qualche frammento di statua intatto.