CampoBase - Sussidiario delle discipline Storia - Geografia 4 Libro accessibile

Le piramidi Le piramidi sono le tombe che custodivano le mummie dei faraoni assieme a tutto ciò che sarebbe servito loro nella vita dopo la morte. Furono realizzate da operai qualificati e ce ne sono più di 80 lungo le rive del Nilo. La più grande è quella di Cheope: è alta 137 metri e si trova nella piana di Giza, vicino a Il Cairo, la capitale dell'Egitto. Accanto a questa ci sono quelle di Chefren e Micerino. Per realizzare una piramide occorrevano molti anni e per questo motivo i faraoni ne ordinavano la costruzione non appena saliti al trono. Video embeddato STUDIO CON METODO Comprendo il testo. Esponi il testo rispondendo a queste domande. Che cos’è la mastaba? Che funzione avevano le piramidi? Come venivano costruite? Come mai le piramidi furono costruite poco distanti dal Nilo? Le piramidi OSSERVO E IMPARO La Sfinge è un'enorme scultura in pietra alta 20 metri e lunga 60; venne realizzata attorno al 2500 a.C. Raffigura un leone accovacciato, con il volto del faraone Chefren. Indossa il nemes, il copricapo che rappresenta la potenza del faraone. In origine la Sfinge aveva anche una finta barba stilizzata, simbolo di regalità, ma anch’essa, come il naso, è andata perduta. Il nome deriva dalla parola egiziana shesep, che significa “statua vivente.” 1 I blocchi di pietra venivano estratti in un luogo molto lontano dalle piramidi. Venivano trasportati su barche lungo il Nilo, scaricati a riva e fatti rotolare sopra a tronchi di legno da operai e schiavi. 2 I blocchi di pietra erano sagomati prima di essere collocati nella giusta posizione. La piramide di Cheope è costituita da più di 2 milioni di blocchi di pietra di circa 2,5 tonnellate ciascuno. 3 I blocchi di pietra raggiungevano la propria collocazione grazie a rampe inclinate. L’EVOLUZIONE DELLE PIRAMIDI I primi re venivano sepolti in tombe sotterranee, sovrastate da cumuli di sabbia e pietre di forma rettangolare: le mastaba. Durante la III Dinastia l’architetto Imhotep progettò la prima piramide a gradoni per il faraone Djoser, a Saqqara, alta 60 metri. Successivamente vennero realizzate piramidi a facce piane, rivestite con pietre che rendevano la superficie liscia. Le più famose sono quelle di Cheope, Chefren e Micerino, a Giza.
Le piramidi Le piramidi sono le tombe che custodivano le mummie dei faraoni assieme a tutto ciò che sarebbe servito loro nella vita dopo la morte. Furono realizzate da operai qualificati e ce ne sono più di 80 lungo le rive del Nilo. La più grande è quella di Cheope: è alta 137 metri e si trova nella piana di Giza, vicino a Il Cairo, la capitale dell'Egitto. Accanto a questa ci sono quelle di Chefren e Micerino. Per realizzare una piramide occorrevano molti anni e per questo motivo i faraoni ne ordinavano la costruzione non appena saliti al trono. Video embeddato STUDIO CON METODO Comprendo il testo. Esponi il testo rispondendo a queste domande. Che cos’è la mastaba? Che funzione avevano le piramidi? Come venivano costruite? Come mai le piramidi furono costruite poco distanti dal Nilo?   Le piramidi OSSERVO  E IMPARO  La Sfinge è un'enorme scultura in pietra alta 20 metri e lunga 60; venne realizzata attorno al 2500 a.C. Raffigura un leone accovacciato, con il volto del faraone Chefren. Indossa il nemes, il copricapo che rappresenta la potenza del faraone. In origine la Sfinge aveva anche una finta barba stilizzata, simbolo di regalità, ma anch’essa, come il naso, è andata perduta. Il nome deriva dalla parola egiziana shesep, che significa “statua vivente.” 1 I blocchi di pietra venivano estratti in un luogo molto lontano dalle piramidi. Venivano trasportati su barche lungo il Nilo, scaricati a riva e fatti rotolare sopra a tronchi di legno da operai e schiavi. 2 I blocchi di pietra erano sagomati prima di essere collocati nella giusta posizione. La piramide di Cheope è costituita da più di 2 milioni di blocchi di pietra di circa 2,5 tonnellate ciascuno. 3 I blocchi di pietra raggiungevano la propria collocazione grazie a rampe inclinate.  L’EVOLUZIONE DELLE PIRAMIDI  I primi re venivano sepolti in tombe sotterranee, sovrastate da cumuli di sabbia e pietre di forma rettangolare: le mastaba. Durante la III Dinastia l’architetto Imhotep progettò la prima piramide a gradoni per il faraone Djoser, a Saqqara, alta 60 metri.  Successivamente vennero realizzate piramidi a facce piane, rivestite con pietre che rendevano la superficie liscia. Le più famose sono quelle di Cheope, Chefren e Micerino, a Giza.