L'atmosfera natalizia

L'atmosfera natalizia Scrivi tu Nel testo vi è la domanda Che cosa c era là dentro per lui? . Secondo te che cosa si aspettava il protagonista? Che cosa immagini possa aver trovato il protagonista nella sala oltre a ciò che descrive il testo? Scrivi sul quaderno. 68 Si approssimavano le feste natalizie e il piccolo Johann strappava i fogli del calendario preparatogli da Ida, che aveva disegnato sull'ultima pagina un albero di Natale, e aspettava col cuore in tumulto l'avvicinarsi del giorno incomparabile. I segni premonitori si moltiplicavano. La gran sala era già misteriosamente chiusa, in tavola si vedevano comparire marzapani e torte brune; il Natale era arrivato in città. Cadde la neve, venne il gelo, e nell'aria chiara e pungente risuonarono per le strade le melodie agili o tristi dei sonatori d'organetto, giunti per le feste, con le loro giacche di velluto e i baf neri. Nelle vetrine facevano pompa le mostre natalizie. Intorno all'alta fontana gotica in piazza del mercato erano rizzati i baracconi variopinti della era di Natale. E dovunque si andasse, si respirava col profumo degli abeti messi in vendita, l'odore della festa. La sera della vigilia, attraverso l'alta porta bianca della sala da pranzo, ancora chiusa, trapelava il profumo dell'abete, dolce e aromatico, suscitando la visione delle meraviglie ch'erano nella sala, meraviglie attese ogni anno col batticuore. Che cosa c'era là dentro per lui? Johann varcò la soglia: la sala da pranzo, odorosa di ramoscelli d'abete strinati, brillava e sfavillava di in nite ammelle. In quell'onda di luce palpitavano come stelle lontane le candeline accese, che laggiù fra le nestre dalle tende scarlatte coprivano l'abete immenso torreggiante no al sof tto, adorno di li d'argento e di grandi gigli bianchi, con un angelo splendente sulla punta e ai piedi un presepio. Adatt. da T. Mann, I Buddenbrook, Mondadori

L'atmosfera natalizia