Scrivere e descrivere

Imparo a scrivere un testo narrativo Scrivere e descrivere In un testo si narrano eventi e fatti interessanti (sequenze narrative), ma a volte è importante inserire anche delle sequenze descrittive per riuscire a rendere più stimolante la narrazione. Titolo Le stelle marine Una tempesta terribile si abbatté sul mare. Lame affilate di vento gelido trafiggevano l'acqua e la sollevavano in ondate gigantesche che si abbattevano sulla spiaggia scaraventando i crostacei e i piccoli molluschi sulla spiaggia. Quando la tempesta passò, rapida come era arrivata, l'acqua si placò e si ritirò. Ora la spiaggia era una distesa di fango con migliaia e migliaia di stelle marine. Erano così tante che la spiaggia sembrava colorata di rosa. Il fenomeno richiamò molta gente e giornalisti. Le stelle marine erano quasi immobili. Stavano morendo. Tra la gente c'era anche un bambino che fissava con gli occhi pieni di tristezza le piccole stelle di mare. All'improvviso, il bambino si tolse le scarpe e corse sulla spiaggia. Raccolse con le mani tre piccole stelle del mare e, correndo, le portò nell'acqua. Poi tornò indietro e ripeté l'operazione. Dalla balaustrata di cemento, un uomo lo chiamò. - Ma che fai, ragazzino? - Ributto in mare le stelle marine, altrimenti muoiono tutte sulla spiaggia - Rispose il bambino. - Ma non puoi certo salvarle tutte. Sono troppe!- Gridò l'uomo. Il bambino sorrise e rispose - Ho cambiato le cose per questa qui. L'uomo ascoltò, poi si tolse scarpe e calze e scese in spiaggia. Cominciò a raccogliere stelle marine e a buttarle in acqua. Un istante dopo scesero due ragazze, qualche minuto dopo erano in cinquanta, poi cento, duecento, migliaia di persone che buttavano stelle di mare nell'acqua. Così furono salvate tutte. Adatt. e rid. da B. Ferrero, A volte basta un raggio di sole, Elledici Che cosa provoca le ondate gigantesche? Che cosa causano? Come mai la spiaggia sembrava rosa? Nel brano che segue ci sono parti narrative e parti descrittive: individuale e sottolineale con due colori diversi.
Imparo a scrivere un testo narrativo Scrivere e descrivere In un testo si narrano eventi e fatti interessanti (sequenze narrative), ma a volte è importante inserire anche delle sequenze descrittive per riuscire a rendere più stimolante la narrazione. Titolo Le stelle marine Una tempesta terribile si abbatté sul mare. Lame affilate di vento gelido trafiggevano l'acqua e la sollevavano in ondate gigantesche che si abbattevano sulla spiaggia scaraventando i crostacei e i piccoli molluschi sulla spiaggia. Quando la tempesta passò, rapida come era arrivata, l'acqua si placò e si ritirò. Ora la spiaggia era una distesa di fango con migliaia e migliaia di stelle marine. Erano così tante che la spiaggia sembrava colorata di rosa. Il fenomeno richiamò molta gente e giornalisti. Le stelle marine erano quasi immobili. Stavano morendo. Tra la gente c'era anche un bambino che fissava con gli occhi pieni di tristezza le piccole stelle di mare. All'improvviso, il bambino si tolse le scarpe e corse sulla spiaggia. Raccolse con le mani tre piccole stelle del mare e, correndo, le portò nell'acqua. Poi tornò indietro e ripeté l'operazione. Dalla balaustrata di cemento, un uomo lo chiamò. - Ma che fai, ragazzino? - Ributto in mare le stelle marine, altrimenti muoiono tutte sulla spiaggia - Rispose il bambino. - Ma non puoi certo salvarle tutte. Sono troppe!- Gridò l'uomo. Il bambino sorrise e rispose - Ho cambiato le cose per questa qui. L'uomo ascoltò, poi si tolse scarpe e calze e scese in spiaggia. Cominciò a raccogliere stelle marine e a buttarle in acqua. Un istante dopo scesero due ragazze, qualche minuto dopo erano in cinquanta, poi cento, duecento, migliaia di persone che buttavano stelle di mare nell'acqua. Così furono salvate tutte. Adatt. e rid. da B. Ferrero, A volte basta un raggio di sole, Elledici Che cosa provoca le ondate gigantesche? Che cosa causano?     Come mai la spiaggia sembrava rosa?     Nel brano che segue ci sono parti narrative e parti descrittive: individuale e sottolineale con due colori diversi.