I nomi composti

Morfologia > I nomi I nomi composti Individua e scrivi sotto alle immagini le due parole che compongono ciascun nome. pescecane asciugamano salvagente cassaforte Ricorda ! Un nome si dice composto quando è formato da due parole, ciascuna con un proprio significato che, unite insieme, assumono un nuovo significato (per esempio: cassa + forte = cassaforte). 1 Scrivi accanto a ogni nome composto le due parole da cui è formato, come nell’esempio. aspirapolvere → aspira + polvere lavastoviglie → sottoscala → saliscendi → calzamaglia → mezzogiorno → portaombrelli → portacenere → cavolfiore → 2 Forma i nomi composti collegando le parole delle due colonne e scrivili sulla riga accanto. scalda sifone termo legna taglia vivande porta scala sotto bus scuola pacchi Attenzione ! I nomi composti possono essere formati da: nome + nome (cassapanca), nome + aggettivo (terraferma), aggettivo + aggettivo (pianoforte), verbo + nome (schiaccianoci), verbo + verbo (saliscendi), avverbio + nome (dopobarba), avverbio + aggettivo (sempreverde). 3 Trascrivi i seguenti nomi nelle rispettive colonne, come nell’esempio. capostazione terracotta aspirapolvere mezzogiorno pellerossa ferrovia portabagagli galantuomo taglialegna palcoscenico pescecane mezzanotte Nome + nome Aggettivo + nome Nome + aggettivo Verbo + nome asciugamano salvagente cassaforte capostazione Attenzione ! Formare il plurale dei nomi composti non è semplice: ti indichiamo alcune regole per non sbagliare. NOME + NOME - Se i due nomi sono dello stesso genere, si modifica solo il secondo (l’arcobaleno – gli arcobaleni). Fanno eccezione i nomi composti formati con la parola "capo" (il capostazione – i capistazione). - Se i due nomi sono di generi diversi, si modifica solo il primo (il pescespada – i pescispada). NOME + AGGETTIVO: si modificano tutti e due i termini (la cassaforte – le casseforti). AGGETTIVO + AGGETTIVO: si modifica solo il secondo termine (il rossonero – i rossoneri). VERBO + NOME - si modifica solo il nome se è singolare maschile (il grattacapo – i grattacapi). - non si modifica nulla se il nome è femminile singolare (il taglialegna – i taglialegna). - non si modifica nulla se il nome è plurale (il portaombrelli – i portaombrelli). VERBO + VERBO: non si modifica nulla (il dormiveglia – i dormiveglia). Poiché non è facile ricordare tutte queste regole, ti invitiamo a consultare sempre il dizionario. 4 Forma il plurale dei seguenti nomi composti facendoli precedere dall’articolo determinativo. Il pianoforte → Il caposquadra → Il pellerossa → Il saliscendi → Il cavalcavia → La cassapanca →
Morfologia   >  I nomi I nomi composti  Individua e scrivi sotto alle immagini le due parole che compongono ciascun nome. pescecane         asciugamano         salvagente         cassaforte         Ricorda ! Un nome si dice composto quando è formato da due parole, ciascuna con un proprio significato che, unite insieme, assumono un nuovo significato (per esempio: cassa + forte = cassaforte). 1 Scrivi accanto a ogni nome composto le due parole da cui è formato, come nell’esempio. aspirapolvere →  aspira + polvere lavastoviglie →   sottoscala →   saliscendi →   calzamaglia →   mezzogiorno →   portaombrelli →   portacenere →   cavolfiore →   2 Forma i nomi composti collegando le parole delle due colonne e scrivili sulla riga accanto.  scalda sifone    termo legna    taglia vivande    porta scala    sotto bus    scuola pacchi   Attenzione ! I nomi composti possono essere formati da: nome + nome (cassapanca), nome + aggettivo (terraferma), aggettivo + aggettivo (pianoforte), verbo + nome (schiaccianoci), verbo + verbo (saliscendi), avverbio + nome (dopobarba), avverbio + aggettivo (sempreverde). 3 Trascrivi i seguenti nomi nelle rispettive colonne, come nell’esempio. capostazione   terracotta   aspirapolvere   mezzogiorno   pellerossa   ferrovia   portabagagli   galantuomo   taglialegna   palcoscenico   pescecane   mezzanotte Nome + nome Aggettivo + nome Nome + aggettivo Verbo + nome   asciugamano         salvagente         cassaforte         capostazione       Attenzione ! Formare il plurale dei nomi composti non è semplice: ti indichiamo alcune regole per non sbagliare.  NOME + NOME - Se i due nomi sono dello stesso genere, si modifica solo il secondo (l’arcobaleno – gli arcobaleni). Fanno eccezione i nomi composti formati con la parola "capo" (il capostazione – i capistazione). - Se i due nomi sono di generi diversi, si modifica solo il primo (il pescespada – i pescispada).  NOME + AGGETTIVO: si modificano tutti e due i termini (la cassaforte – le casseforti).  AGGETTIVO + AGGETTIVO: si modifica solo il secondo termine (il rossonero – i rossoneri).  VERBO + NOME - si modifica solo il nome se è singolare maschile (il grattacapo – i grattacapi). - non si modifica nulla se il nome è femminile singolare (il taglialegna – i taglialegna). - non si modifica nulla se il nome è plurale (il portaombrelli – i portaombrelli).  VERBO + VERBO: non si modifica nulla (il dormiveglia – i dormiveglia). Poiché non è facile ricordare tutte queste regole, ti invitiamo a consultare sempre il dizionario. 4 Forma il plurale dei seguenti nomi composti facendoli precedere dall’articolo determinativo. Il pianoforte →   Il caposquadra →   Il pellerossa →   Il saliscendi →   Il cavalcavia →   La cassapanca →