La punteggiatura

Ortografia La punteggiatura Leggi le frasi e riscrivile correttamente. 1 - Mentre la maestra spiega Diego, ascolta. 2 - Anna giocava mentre, papà leggeva. 1 - 2 - Quale elemento della frase hai dovuto spostare per rendere chiaro il significato? Ricorda ! I segni di punteggiatura permettono di leggere e interpretare correttamente un testo scritto. Le funzioni della punteggiatura sono: - suddividere le parti del testo per renderne chiaro il significato; - evidenziare il rapporto esistente fra le diverse parti di una frase (una successione di fatti, un elenco, ecc.); - suggerire l’intonazione e quindi il significato espressivo di una frase. 1 Inserisci le virgole nel brano dove occorrono. AUTUNNO Tutto si tinge di rosso giallo ocra arancio e di mille sfumature del marrone. A volte dopo la pioggia spuntano i funghi. In campagna nella vigna l’uva pende succosa tra i pampini un po’ verdi e un po’ rossicci ed è pronta per la vendemmia; il frutteto è ancora ricco di cose buone: gli ultimi fichi le mele i melograni le noci le castagne le nocciole…2 Dopo aver letto attentamente la tabella nella pagina a fianco, inserisci i segni di punteggiatura necessari per rendere chiaro il senso delle frasi; poi rileggile con la giusta intonazione. Dovevo cancellare un tratto a matita ho guardato nell’astuccio e c’erano il temperino i pennarelli i pastelli la riga la biro rossa la biro nera ma della gomma nessuna traccia Come hai detto Francesco ha vinto la gara di corsa Non ci posso credere Paolo il fratello di Matteo è partito ieri per un viaggio in Africa 3 Riscrivi il testo sul quaderno con i segni di punteggiatura. RITRATTO DI ALESSANDRO I ricchi proprietari della Casa del Fauno a Pompei riflettevano da giorni su questo problema realizzare o no un grandioso ritratto di Alessandro Magno E in caso affermativo dove Converrete che la questione non fosse da poco Entusiasti del condottiero decisero per il sì e ordinarono un mosaico grande tre metri per sei composto da quattro milioni di tessere da comporre sul pavimento Punto fermo . Indica una pausa prolungata. Si usa per segnalare che la frase è terminata. Dopo il punto ci vuole sempre la lettera maiuscola. Quando il punto fermo, all’interno di un discorso, indica che la trattazione di un argomento è terminata, è preferibile andare a capo. Virgola , Indica una pausa breve. Separa tra loro parole di un elenco o frasi all’interno di uno stesso periodo. Si usa per separare le parole di un elenco. Si usa prima di ma, però, anzi, invece, mentre, ecc. Si usa prima di se, sebbene. Si usa dopo sì, no, bene (No, non verrò.). Si usa per fare una puntualizzazione in un discorso (Giada, la mamma di Chiara, non è venuta.). Punto e virgola ; Indica una pausa di media durata, più lunga della virgola, ma più corta del punto fermo. Si usa per spezzare una frase senza però concluderla (Prendete carta e forbici; ritagliate la sagoma accuratamente…). Due punti : Corrispondono ad una pausa piuttosto breve. Si usano per spiegare meglio quanto detto prima (Anche il mio cane era contento: infatti scodinzolava). Si usano per introdurre un elenco (Nel mio portafoglio ci sono: documenti, biglietti da visita, scontrini, la tessera dell’autobus e pochi soldi.). Si usano per introdurre il discorso diretto (Egli disse: “Andiamo!”). Punto esclamativo ! Esprime stati d’animo particolari. Si usa per esprimere gioia (Che bello!), stupore (Incredibile!), dolore (Ahi, che male!) o anche un ordine (State zitti!). Punto interrogativo ? Esprime una domanda. Si usa alla fine di una domanda (Dove vai?). Puntini di sospensione … Hanno la funzione di lasciare il discorso in sospeso all’interno o alla fine di una frase. Sono sempre e solo tre. Sospendono il discorso quando se ne intuisce la conclusione (Lasciami stare, altrimenti…). Esprimono incertezza (Mah… non so cosa dirti.).
Ortografia La punteggiatura  Leggi le frasi e riscrivile correttamente. 1 - Mentre la maestra spiega Diego, ascolta. 2 - Anna giocava mentre, papà leggeva. 1 -   2 -    Quale elemento della frase hai dovuto spostare per rendere chiaro il significato?   Ricorda ! I segni di punteggiatura permettono di leggere e interpretare correttamente un testo scritto. Le funzioni della punteggiatura sono: - suddividere le parti del testo per renderne chiaro il significato; - evidenziare il rapporto esistente fra le diverse parti di una frase (una successione di fatti, un elenco, ecc.); - suggerire l’intonazione e quindi il significato espressivo di una frase. 1 Inserisci le virgole nel brano dove occorrono. AUTUNNO Tutto si tinge di rosso giallo ocra arancio e di mille sfumature del marrone. A volte dopo la pioggia spuntano i funghi. In campagna nella vigna l’uva pende succosa tra i pampini un po’ verdi e un po’ rossicci ed è pronta per la vendemmia; il frutteto è ancora ricco di cose buone: gli ultimi fichi le mele i melograni le noci le castagne le nocciole…2 Dopo aver letto attentamente la tabella nella pagina a fianco, inserisci i segni di punteggiatura necessari per rendere chiaro il senso delle frasi; poi rileggile con la giusta intonazione.  Dovevo cancellare un tratto a matita   ho guardato nell’astuccio e c’erano   il temperino   i pennarelli   i pastelli   la riga   la biro rossa   la biro nera   ma della gomma nessuna traccia    Come hai detto   Francesco ha vinto la gara di corsa   Non ci posso credere    Paolo   il fratello di Matteo   è partito ieri per un viaggio in Africa  3 Riscrivi il testo sul quaderno con i segni di punteggiatura. RITRATTO DI ALESSANDRO I ricchi proprietari della Casa del Fauno a Pompei riflettevano da giorni su questo problema realizzare o no un grandioso ritratto di Alessandro Magno E in caso affermativo dove Converrete che la questione non fosse da poco Entusiasti del condottiero decisero per il sì e ordinarono un mosaico grande tre metri per sei composto da quattro milioni di tessere da comporre sul pavimento Punto fermo . Indica una pausa prolungata. Si usa per segnalare che la frase è terminata.  Dopo il punto ci vuole sempre la lettera maiuscola.  Quando il punto fermo, all’interno di un discorso, indica che la trattazione di un argomento è terminata, è preferibile andare a capo. Virgola , Indica una pausa breve. Separa tra loro parole di un elenco o frasi all’interno di uno stesso periodo.  Si usa per separare le parole di un elenco.  Si usa prima di ma, però, anzi, invece, mentre, ecc.  Si usa prima di se, sebbene.  Si usa dopo sì, no, bene (No, non verrò.).  Si usa per fare una puntualizzazione in un discorso (Giada, la mamma di Chiara, non è venuta.). Punto e virgola ; Indica una pausa di media durata, più lunga della virgola, ma più corta del punto fermo.  Si usa per spezzare una frase senza però concluderla (Prendete carta e forbici; ritagliate la sagoma accuratamente…). Due punti : Corrispondono ad una pausa piuttosto breve.  Si usano per spiegare meglio quanto detto prima (Anche il mio cane era contento: infatti scodinzolava).  Si usano per introdurre un elenco (Nel mio portafoglio ci sono: documenti, biglietti da visita, scontrini, la tessera dell’autobus e pochi soldi.).  Si usano per introdurre il discorso diretto (Egli disse: “Andiamo!”). Punto esclamativo ! Esprime stati d’animo particolari.  Si usa per esprimere gioia (Che bello!), stupore (Incredibile!), dolore (Ahi, che male!) o anche un ordine (State zitti!). Punto interrogativo ? Esprime una domanda.  Si usa alla fine di una domanda (Dove vai?). Puntini di sospensione … Hanno la funzione di lasciare il discorso in sospeso all’interno o alla fine di una frase. Sono sempre e solo tre.  Sospendono il discorso quando se ne intuisce la conclusione (Lasciami stare, altrimenti…).  Esprimono incertezza (Mah… non so cosa dirti.).