Informazioni esplicite - informazioni implicite: Naturina e Cicciabella

COMPRENDERE UN TESTO Per comprendere un testo è necessario individuare tutte le informazioni relative ai fatti, ai personaggi, al tempo e al luogo. Le informazioni esplicite sono espresse chiaramente nel testo e sono quindi facili da rintracciare. Informazioni esplicite Informazioni implicite Naturina e Cicciabella Nei giorni successivi all'infortunio di Cicciabella, Naturina Stizzini, l'insegnante di ginnastica che le faceva fare fisioterapia, venne ogni pomeriggio per fare con lei gli esercizi di riabilitazione alla caviglia. Ogni volta Naturina lodava Cicciabella per i suoi progressi e la sua costanza, anche nel seguire la dieta che le aveva consigliato. Alla fin fine, pensava Naturina, quella Cicciabella non era poi così irrecuperabile, bastava saperla prendere. E ogni volta Cicciabella si sentiva orgogliosa e contenta, anche lei stupita di essere diventata così costante e tenace, continuamente sottoposta com'era a ogni sorta di tentazione, nella sua pasticceria, mentre i suoi assistenti cucinavano al suo posto. Si accorse che stava dimagrendo e che muoversi le riusciva sempre più facile e meno faticoso. Anche la caviglia faceva meno male e riusciva persino ad appoggiarla un pochino e a camminarci sopra per brevi percorsi. Inoltre, presa dall'entusiasmo per quel suo nuovo modo di mangiare più sano,si era documentata un bel po', comprando ricettari e libri in gran quantità, e stava diventando un'esperta di cibi integrali e dietetici. Così, tra un dolce e l'altro, che restavano sempre la sua passione, aveva cominciato a far sperimentare ai suoi cuochi ricette con ingredienti che fino ad allora non erano mai entrati nella sua cucina: miso, alghe agar agar, kombu e nori, fagioli azuki, germogli di soia e cereali integrali e ancora seitan, miglio e crusca. - Mmm quelle polpettine aromatiche al tofu, davvero squisite - aveva pensato un giorno Cicciabella con sua grande sorpresa, avvertendo un certo languorino. Questi ingredienti nuovi e questi sapori mai esplorati avevano acceso la curiosità di Cicciabella, che adesso non ne aveva mai abbastanza. Con l'aiuto di Almanso, che tra gli assistenti cuochi era il più interessato alla materia, aveva messo a punto una ricetta a base di fagioli azuki e alga kombu da leccarsi i baffi e stava pensando di scrivere un libro di ricette macrobiotiche a quattro mani con lui. Tutti i cuochi erano anche loro contentissimi: stavano imparando molto da Cicciabella e se ne sarebbero andati più bravi di com'erano venuti. Simona Bonariva, Cicciabella e Naturina, Einaudi Scuola 18
Informazioni esplicite - informazioni implicite: Naturina e Cicciabella