La suspense: Un incontro terrificante

il TE STO NARR ATIV O il RACCONTO del BRIVIDO La suspense Esplora il testo v Il testo è stato diviso in 7 sequenze e a ognuna è stato dato un titolo. Colora la barra a lato del testo con il colore corrispondente al rispettivo titolo. Strani odori e fruscii in camera. Finalmente in cucina! Con il cuore in gola: ladri in casa? Un corridoio spaventoso! Chi ha spento il televisore? un vampiro! Un essere spaventoso alla finestra. v Sottolinea la sequenza in cui la suspense è più intensa. 130 Un incontro terrificante Anton, bambino curioso ma un po pauroso, una sera, quando i genitori sono fuori casa, riceve la visita di un piccolo vampiro... Anton avrebbe voluto avere a portata di mano la bottiglia di succo di mele che era in frigorifero, ma la strada per raggiungerla era lunga e passava per il corridoio buio. In cammino, dunque. Anton odiava il corridoio, con la sua lampadina eternamente fulminata e mai sostituita! Odiava i cappotti penzolanti dall attaccapanni, simili a mostri galleggianti! E quella sera gli faceva paura anche la lepre impagliata che la mamma teneva nello studio e con la quale di solito lui stesso si divertiva a spaventare gli altri bambini. Aveva raggiunto la cucina, finalmente! Prese la bottiglia dal frigorifero e tagliò una grossa fetta di torta al formaggio. Tese l orecchio per controllare se, per caso, nel frattempo non fosse già cominciato il giallo. Una voce di donna diceva qualcosa: probabilmente annunciava l inizio del film. Anton si mise la bottiglia sotto il braccio e partì al galoppo. Ma non andò lontano. Già dal corridoio si rese conto che c era qualcosa di strano. Si fermò e si mise in ascolto... all improvviso capì: la voce non si sentiva più. Poteva significare soltanto una cosa: qualcuno era entrato di soppiatto in camera sua e aveva spento il televisore! Anton sentì il cuore fare un balzo e cominciare a battere all impazzata: uno strano pizzicorino gli salì dallo stomaco fino in gola. Immagini paurose gli sfilarono davanti agli occhi: immagini di malviventi con calze di nailon sul viso con pistole e coltelli, che si introducono negli appartamenti vuoti! La finestra della camera era rimasta aperta, si ricordò Anton, e il ladro poteva essere entrato dal balcone vicino!
La suspense: Un incontro terrificante