doni dei Magi, F. Degl’Innocenti

INVERNO Letture I doni dei Magi Fulvia Degl Innocenti, da Il Giornalino il 6 gennaio: è arrivato il momento di sistemare nel nostro presepe i Re Magi: Gaspare, il vecchio dalla barba bianca; Melchiorre, l asiatico di mezza età; Baldassarre, il giovane moro. Hanno vesti sontuose, giungono a piedi o a dorso di cammello, e portano doni preziosi: oro, incenso e mirra. Da giorni seguono la scia luminosa di una stella, che li ha condotti davanti alla grotta di Betlemme. Ma chi erano veramente e da dove venivano? Il primo indizio della loro esistenza lo troviamo nel Vangelo di Matteo: Alcuni Magi giunsero da Oriente a Gerusalemme... . Magi significava sapienti, conoscitori delle stelle, astronomi. L Oriente da cui provenivano era probabilmente la Persia. sempre Matteo a descriverci i doni che portarono al Salvatore. L oro era il segno della regalità; l incenso della divinità; la mirra, un profumo usato sui corpi dei morti, indicava il destino di Gesù, la morte sulla Croce. E i nomi? Non è Matteo a rivelarceli, ma i Vangeli apocrifi, cioè i racconti sulla vita di Gesù non riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa. Qui si parla di Melco, Caspare e Fadizarda. Nomi confermati da una recente scoperta archeologica: nel deserto egiziano è stata rinvenuta la parete di un antico monastero in cui erano scritti in rosso i seguenti nomi: Gaspare, Belchior, Barhesalsa. 70 Una Befana moderna L Epifania è una delle principali feste religiose dell anno, che la Chiesa cattolica festeggia il 6 gennaio. Dalla parola epifania deriva il nome della vecchietta che porta i doni a cavallo della scopa: la Befana. La Befana è di solito raffigurata con il suo gonnellone scuro e ampio, il grembiule, lo scialle, un fazzoletto o un cappellaccio in testa, un paio di ciabatte. Ma potrebbe esser stufa: oggi vuole anche lei apparire diversa, viaggiare in modo più veloce, non entrare più dai camini... Come immagini una Befana moderna? Prova a pensare al suo modo di vestire e di viaggiare. Scrivi sul quaderno una breve descrizione e disegna il personaggio.
doni dei Magi, F. Degl’Innocenti