I dolci di Pasqua, R. Paccarié

PRIMAVERA Letture I dolci di Pasqua Renata Paccarié, Tutti insieme, Fratelli Fabbri C era aria di festa nel piccolo paese. La Pasqua era vicina e tutti si sentivano felici. Solo Padron Fornaio, uomo tanto ricco quanto avaro e scontroso, se ne stava tutto solo e senza amici. Dalla porta della bottega guardava imbronciato i passanti. Padron Fornaio, me lo regali un panino? gli chiese un bambino. Non ho niente per i vagabondi. Passò una vecchia: Padron Fornaio me lo regali un uovo per il giorno di Pasqua? Non ho niente per nessuno! Rientrato nella sua grande casa vuota, si mise a pensare a quegli straccioni dei suoi compaesani che, passando per la strada, si auguravano contenti Buona Pasqua . A lui nessuno aveva mai augurato la Buona Pasqua. Si sentì a un tratto stanco, vecchio e malinconico. In un attimo prese una decisione: impastò insieme tutta la farina, le uova e lo zucchero che aveva, poi dispose pasta in forme tonde, quindi cominciò ad infornarle. Lavorò tutta la notte. Al mattino caricò le pagnotte profumate sul carretto e poi le donò ai suoi compaesani, augurando Buona Pasqua a tutti, e da tutti ricevette gratitudini e benedizioni. Finché visse, Padron Fornaio continuò per anni a cuocere i dolci pani. Anche oggi, nei paesi del Lazio, si impasta la pizza pasquale . una pagnotta semplice semplice e un po strana, eppure il suo profumo è straordinario: perché è un profumo che sa di festa, di campagna e di serenità. La pizza pasquale non può mancare sulle tavole di molte regioni italiane il giorno di Pasqua. 34 Il giorno di Pasqua è considerato da tutti i cristiani un giorno di pace e armonia. Sai perché? Festeggi anche tu la Pasqua? Che cosa rappresenta per te questo giorno di festa? In Italia e nel mondo, la Pasqua è celebrata con eventi speciali e cibi particolari sulle tavole. Quali tradizioni ci sono nel luogo in cui vivi?
I dolci di Pasqua, R. Paccarié