L’anima dei libri, Uri Orlev

IL RACCONTO realistico L anima dei libri Uri Orlev, Il nonno che aggiustava i sogni, Feltrinelli La passione per i libri gliel aveva trasmessa il signor Albert, un vero fanatico della lettura. La prima volta capitò nella bottega del signor Albert insieme a mamma, che doveva far rilegare i suoi spartiti. Il signor Albert aveva detto che lui non faceva quel tipo di lavoro, però in quel caso si trattava di fare un piacere a una vicina. Lui faceva il legatore, ma in senso artistico: musei e biblioteche di New York venivano da lui a farsi restaurare e rilegare i loro vecchi tomi più preziosi, quando ne avevano bisogno. Quando gli spartiti di mamma furono pronti, ci andò Michael da solo a ritirarli. Tienimi un attimo il filo gli chiese d un tratto il signor Albert, cui si era ingarbugliato qualcosa mentre cuciva. Fu così che Michael si fermò al laboratorio, finché il signor Albert ricevette la telefonata di sua madre, che era in pensiero. E da quel giorno in poi ogni tanto andava a vederlo lavorare e a dargli una mano all occasione. Il signor Albert non solo adorava leggere, ma anche toccare i libri, annusarli, sfogliarli. Un giorno aveva appena ricevuto un vecchio volume particolarmente bello e Michael era capitato per caso da quelle parti, così glielo aveva dato da tenere in mano per un po , dicendo: Sentilo per bene, Michael. Non è un oggetto puro e semplice, sai. Ha un anima, anche. Era la prima volta che Michael non capiva quello che il signor Albert diceva. Un libro passato da una generazione all altra, spiegò allora il signor Albert un libro che tante persone hanno toccato, sfogliato con le dita, una pagina dopo l altra, amato, e magari ci hanno anche pianto sopra. Libri come questi godono di vita propria, sai. Quella sera, mentre era già a letto, Michael si sentiva ancora con il cuore pieno dello stupore che gli avevano suscitato le parole dell amico. Rilegare: cucire i fogli dei libri e rivestirli con una copertina; chi fa questo lavoro si chiama legatore. IL NARRATORE Chi narra i fatti? Michael. Il Il signor Albert. Una persona estranea ai fatti. racconto è scritto: in prima persona. in terza persona. Quando il narratore non è un personaggio della storia e la racconta in terza persona, è un narratore esterno. 21

L’anima dei libri, Uri Orlev