Sei cane o gatto?, Guido Sgardoli e Alberto Rebori

IL TESTO DESCRITTIVO Sei cane o gatto? Guido Sgardoli e Alberto Rebori, I racconti del veterinario, Rizzoli Un veterinario racconta la storia di un cane molto particolare. In Austria uno scienziato di nome Konrad Lorenz, considerato il fondatore della moderna etologia - lo studio del comportamento animale -, crebbe un’oca selvatica sostituendosi alla madre quando l’uovo si schiuse. Quell’oca lo considerò per tutta la vita la sua mamma e lo seguì ovunque, chiamandolo quando aveva fame e volandogli accanto se lui prendeva la bicicletta o l’automobile. Un giorno una signora molto anziana mi chiamò per una visita a domicilio. Anche la sua gatta era molto anziana, ma a parte qualche acciacco non aveva nulla di grave. Insieme alla signora e alla gatta viveva un cane, giovane, di piccola taglia, un simpatico bastardino bianco e rosso. Rimasto orfano, quando sembrava che avesse pochissime possibilità di sopravvivere, era stato accolto dalla donna e, anche grazie alle cure della gatta, ce l’aveva fatta. Unico inconveniente, si era convinto di essere un felino! Cresciuto imitando la gatta, si comportava in tutto e per tutto come lei: miagolava anziché abbaiare, faceva le fusa invece di scodinzolare, beveva il latte, si leccava dalla mattina alla sera e, poiché la padrona aveva difficoltà a camminare e dunque a portarlo fuori, faceva i suoi bisogni nella cassetta. Quando l’anziana donna gli lanciava un gomitolo di lana, Whisky (così si chiamava il cagnolino) lo rincorreva e poi lo gettava per aria. E tutto sotto lo sguardo accondiscendente della sua mamma-gatta. A un certo punto non lo vidi più. - Dov’è? - chiesi alla signora. - Eccolo là - rispose lei sorridendo. Whisky era seduto, proprio come un gatto egiziano, sull’ultima mensola della libreria, tra un volume di Medicina e un vasetto di fiori finti. Poi (miagolando!) saltò giù per venirsi a strusciare tra le mie gambe. Quando me ne andai stava giocando con un topolino di gomma. Ho letto che allo zoo di Berlino un cucciolo di leone è stato temporaneamente adottato da una famiglia di scimpanzé... Chissà, forse un giorno leggeremo che in quello zoo le scimmie hanno imparato a ruggire o i leoni ad arrampicarsi sugli alberi per mangiare banane. Visita a domicilio: è la visita medica a casa. CARATTERISTICHE FISICHE E COMPORTAMENTO ● Trova e sottolinea le caratteristiche fisiche di Whisky: età • dimensione razza • colore ● Elenca sul quaderno i comportamenti da gatto di Whisky e accanto scrivi quelli che avrebbe dovuto avere come cane. Segui l’esempio. Miagolare - Abbaiare
IL TESTO DESCRITTIVO     Sei cane o gatto? Guido Sgardoli e Alberto Rebori, I racconti del veterinario, Rizzoli Un veterinario racconta la storia di un cane molto particolare. In Austria uno scienziato di nome Konrad Lorenz, considerato il fondatore della moderna etologia - lo studio del comportamento animale -, crebbe un’oca selvatica sostituendosi alla madre quando l’uovo si schiuse. Quell’oca lo considerò per tutta la vita la sua mamma e lo seguì ovunque, chiamandolo quando aveva fame e volandogli accanto se lui prendeva la bicicletta o l’automobile. Un giorno una signora molto anziana mi chiamò per una visita a domicilio. Anche la sua gatta era molto anziana, ma a parte qualche acciacco non aveva nulla di grave. Insieme alla signora e alla gatta viveva un cane, giovane, di piccola taglia, un simpatico bastardino bianco e rosso. Rimasto orfano, quando sembrava che avesse pochissime possibilità di sopravvivere, era stato accolto dalla donna e, anche grazie alle cure della gatta, ce l’aveva fatta. Unico inconveniente, si era convinto di essere un felino! Cresciuto imitando la gatta, si comportava in tutto e per tutto come lei: miagolava anziché abbaiare, faceva le fusa invece di scodinzolare, beveva il latte, si leccava dalla mattina alla sera e, poiché la padrona aveva difficoltà a camminare e dunque a portarlo fuori, faceva i suoi bisogni nella cassetta. Quando l’anziana donna gli lanciava un gomitolo di lana, Whisky (così si chiamava il cagnolino) lo rincorreva e poi lo gettava per aria. E tutto sotto lo sguardo accondiscendente della sua mamma-gatta. A un certo punto non lo vidi più. - Dov’è? - chiesi alla signora. - Eccolo là - rispose lei sorridendo. Whisky era seduto, proprio come un gatto egiziano, sull’ultima mensola della libreria, tra un volume di Medicina e un vasetto di fiori finti. Poi (miagolando!) saltò giù per venirsi a strusciare tra le mie gambe. Quando me ne andai stava giocando con un topolino di gomma. Ho letto che allo zoo di Berlino un cucciolo di leone è stato temporaneamente adottato da una famiglia di scimpanzé... Chissà, forse un giorno leggeremo che in quello zoo le scimmie hanno imparato a ruggire o i leoni ad arrampicarsi sugli alberi per mangiare banane. Visita a domicilio: è la visita medica a casa. CARATTERISTICHE FISICHE E COMPORTAMENTO ● Trova e sottolinea le caratteristiche fisiche di Whisky: età • dimensione razza • colore ● Elenca sul quaderno i comportamenti da gatto di Whisky e accanto scrivi quelli che avrebbe dovuto avere come cane. Segui l’esempio. Miagolare - Abbaiare