Auguri, Professor Einstein, Alice Calaprice

LA LETTERA Auguri, Professor Einstein Alice Calaprice (a cura di), Caro Professor Einstein, Archinto New York, 19 maggio 1938 Egregio Professor Einstein, anche se nessuno di noi ha avuto la fortuna di incontrarla di persona, abbiamo sentito parlare così tanto di lei e del suo meraviglioso lavoro di scienziato e di matematico che la signora Bernstein, la nostra insegnante di matematica, ha fondato un club per i ragazzi interessati agli studi avanzati di matematica, scienze e argomenti simili e l’ha chiamato «Club Einstein». Il club è nato soltanto quest’anno, ma conta già all’incirca diciassette membri, tutti molto entusiasti. Speriamo di poter proseguire con il club anche nella seconda parte dell’anno e di iniziare con l’astronomia. Ogni volta che sentiamo di un suo nuovo successo, ne discutiamo nei nostri incontri. È naturale che, frequentando ancora la scuola media, non sempre capiamo al volo le idee delle sue teorie, ma visto che siamo dei ragazzi piuttosto svegli, ci facciamo un’idea abbastanza chiara di molti punti con l’aiuto dei nostri insegnanti. Il nostro club si riunisce il mercoledì. Abbiamo scoperto che due giorni fa lei ha compiuto gli anni e perciò, anche se siamo in ritardo, speriamo davvero che abbia passato un buon compleanno e che ne festeggerà molti altri ancora. Rispettosamente, I membri dell’«Einstein Club» della Junior High School ....................... ....................... ....................... ....................... ....................... LA LETTERA FORMALE ● Quella che hai letto è una vera lettera che, molti anni fa, alcuni ragazzi hanno scritto a un famoso scienziato, Albert Einstein. Individua gli elementi della lettera e scrivili nei riquadri accanto al testo. • Formula di chiusura • Luogo e data • Formula di apertura • Firma • Parte centrale ● Qual è l’oggetto della lettera, cioè il motivo per cui è stata inviata, detto in pochissime parole? Auguri di buon compleanno. Il Club Einstein. La signora Bernstein. ● Come si rivolgono i ragazzi al professor Einstein? In modo semplice e scherzoso. In modo serio e rispettoso. La lettera formale è indirizzata a una persona importante, a un giornale, a un ufficio; il linguaggio è accurato e rispettoso e si usa il “lei”.
LA LETTERA     Auguri, Professor Einstein Alice Calaprice (a cura di), Caro Professor Einstein, Archinto New York, 19 maggio 1938 Egregio Professor Einstein, anche se nessuno di noi ha avuto la fortuna di incontrarla di persona, abbiamo sentito parlare così tanto di lei e del suo meraviglioso lavoro di scienziato e di matematico che la signora Bernstein, la nostra insegnante di matematica, ha fondato un club per i ragazzi interessati agli studi avanzati di matematica, scienze e argomenti simili e l’ha chiamato «Club Einstein». Il club è nato soltanto quest’anno, ma conta già all’incirca diciassette membri, tutti molto entusiasti. Speriamo di poter proseguire con il club anche nella seconda parte dell’anno e di iniziare con l’astronomia. Ogni volta che sentiamo di un suo nuovo successo, ne discutiamo nei nostri incontri. È naturale che, frequentando ancora la scuola media, non sempre capiamo al volo le idee delle sue teorie, ma visto che siamo dei ragazzi piuttosto svegli, ci facciamo un’idea abbastanza chiara di molti punti con l’aiuto dei nostri insegnanti. Il nostro club si riunisce il mercoledì. Abbiamo scoperto che due giorni fa lei ha compiuto gli anni e perciò, anche se siamo in ritardo, speriamo davvero che abbia passato un buon compleanno e che ne festeggerà molti altri ancora. Rispettosamente, I membri dell’«Einstein Club» della Junior High School ....................... ....................... ....................... ....................... ....................... LA LETTERA FORMALE ● Quella che hai letto è una vera lettera che, molti anni fa, alcuni ragazzi hanno scritto a un famoso scienziato, Albert Einstein. Individua gli elementi della lettera e scrivili nei riquadri accanto al testo. • Formula di chiusura • Luogo e data • Formula di apertura • Firma • Parte centrale ● Qual è l’oggetto della lettera, cioè il motivo per cui è stata inviata, detto in pochissime parole?   Auguri di buon compleanno.   Il Club Einstein.   La signora Bernstein. ● Come si rivolgono i ragazzi al professor Einstein?   In modo semplice e scherzoso.   In modo serio e rispettoso.  La lettera formale è indirizzata a una persona importante, a un giornale, a un ufficio; il linguaggio è accurato e rispettoso e si usa il “lei”.