Strani animali a Stranalandia, Stefano Benni

Brr... che paura! LABORATORIO DI LETTURA Osserva: l autore costruisce il suo personaggio mettendo insieme caratteristiche opposte; per esempio il ronzio non segnala l arrivo di un calabrone, ma del maialino. Cerca altri due esempi di questa contrapposizione nel testo. Pensa ora a una persona reale o a un personaggio dei cartoni animati o dei fumetti che conosci: presenta una sua caratteristica inattesa usando la stessa formula. A volte l autore è molto rapido e sintetico nel presentare il suo personaggio: eccone uno presentato vivacemente con poche parole. Strani animali a Stranalandia Stefano Benni, Stranalandia, Feltrinelli Se a Stranalandia sentite un forte ronzio nell aria, non è un calabrone, ma il maialino volante. Grosso come un salvadanaio, roseo e grassottello, è dotato di due alucce da colibrì e sa volare con sorprendente agilità. Questo simpatico animale, proprio come le api e i calabroni, ama i profumi. Ma essendo maialino non va a cercare i fiori, bensì i calzini, di cui ama follemente l odore un po stagionato. Non era infrequente, quando Kunbertus andava a ritirare i calzini stesi ad asciugare, che ci trovasse dentro un maialino rimasto intrappolato. (I maialini fanno anche un miele, il miele di calzino, che ha un delicato sapore di gorgonzola). Esempio: Il mio amico Gregorio che è molto bravo a scuola non è per niente un secchione, ma un grande sportivo . NON ... MA ... Prova a inventare un animale fantastico usando il trucco di Stefano Benni, cioè incrociando le caratteristiche di due animali esistenti (lui ha fuso insieme ape e maiale, 92 creando il maialino volante che fa il miele di calzino); potresti pensare a un coccodrillo/iena (non piange ma sghignazza), o a un gatto/ragno (acchiappa i topi con la tela) oppure

Strani animali a Stranalandia, Stefano Benni