Che lettura! - Letture 4 Sfoglialibro

Brr... che paura! Sofia scrutò attentamente tra le brume lattiginose della strada. Il gigante se lo era portava una lunga palandrana nera. In una mano teneva un oggetto che a prima vista sembrava una tromba molto lunga e sottile. Nell altra mano reggeva una grande valigia. In quel momento il gigante era immobile davanti alla casa dei signori Goochey. Sofia sapeva che i due bambini Goochey dormivano al primo piano, in una stanza che dava sulla strada. Il gigante stava proprio spiando attraverso la finestra della stanza dove Michael e Jane Goochey dormivano. Dall altra parte della strada, Sofia lo osservava trattenendo il fiato. Vide il gigante fare un passo indietro e posare la valigia sul selciato. Si chinò, l aprì e prese qualcosa che somigliava a un barattolo di vetro. Svitò il coperchio e versò il contenuto del barattolo nella campana della sua lunga tromba. Sofia l osservava, tremando. Vide il gigante drizzarsi, poi introdurre lo strumento nella finestra aperta della stanza dove dormivano i fratelli Goochey. Il gigante inspirò profondamente e puff! soffiò nella tromba. Non ne uscì alcun rumore, ma a Sofia parve che il contenuto del barattolo fosse stato proiettato, attraverso la tromba, nella camera da letto dei bambini Goochey. Di che poteva trattarsi? Il gigante ritirò la tromba dalla finestra e quando si chinò per prendere la valigia volse la testa e gettò un occhiata alla strada. Nella luce lunare Sofia intravide in una frazione di secondo una enorme, lunga faccia pallida e rugosa, con due orecchie smisurate. Il naso era affilato come un lama di coltello, e sopra brillavano due occhi che ora fissavano proprio Sofia. Quello sguardo fisso le sembrava feroce, diabolico. Tremando in tutto il corpo si ritrasse dalla finestra, saltò nel letto e si nascose sotto le coperte. Bruma: nebbia. Selciato: marciapiede. 87
Che lettura! - Letture 4 Sfoglialibro