Le streghe, Giovanni Giudici

Brr... che paura! Le streghe Giovanni Giudici, Scarabattole, Mondadori Chiotto: quieto e silenzioso. Per chi ci crede e chi non ci crede parleremo delle streghe. Dice la gente che son vecchie con i pidocchi fin dentro le orecchie, con gli occhi storti e affumicati, con i vestiti sporchi e stracciati. Vivono dentro castelli in rovina con gli uccellacci di rapina: perché gufi e barbagianni son delle streghe gli eterni compagni. Durante il giorno stan chiotte chiotte aspettando che faccia notte. ma quando è buio vispe e allegre spiccano il volo le brutte streghe: vanno a cavallo delle scope, corrono come milioni di ruote; passano monti, passan pianure, passano buchi di serrature; bevono il latte dei pipistrelli, di ragnatele hanno i capelli; mastican vermi vivi tra i denti, per questo sono così puzzolenti; e più dei ladri e degli assassini vogliono fare paura ai bambini. TESTI per CAPIRE Qual è il significato delle seguenti espressioni presenti nel testo? Questo è il sugo dell avventura. Quest avventura finisce così. Quest avventura ci vuole insegnare che... Quest avventura è molto divertente. La paura è di chi ha paura. La paura si può sconfiggere. Ci sono tante persone che hanno paura. Chi ha paura spaventa gli altri. 74 Perché secondo te le streghe hanno paura quando dici Coccodè ? Forse hanno paura delle galline? O le spaventano le parole con l accento? O forse... Divertiti a fare delle ipotesi. Dopo aver letto attentamente la poesia, trova nei versi le parole da copiare e trascrivere nei riquadri che vedi sull immagine.
Le streghe, Giovanni Giudici