IL PIACERE DI ASCOLTARE La peste nera, Luis Sepúlveda

il piacere di ascoltare ECCO UN ALTRA STORIA CHE SAR LETTA DALL INSEGNANTE. Alcune parti della storia le trovi in queste pagine a fianco di questo simbolo; puoi accompagnare l ascolto con la lettura silenziosa: ti aiuterà a mantenere l attenzione. Ogni tanto l insegnante si fermerà e ti chiederà di fare delle ipotesi su come proseguirà la storia, di verificarle o correggerle. Fermati un attimo a pensare e poi riprendi l ascolto. La peste nera Luis Sep lveda, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, Guanda Il racconto inizia mostrandoci uno stormo di gabbiani che volano sopra la foce del fiume Elba, nel Mare del Nord. Tra questi gabbiani c è Kengah, una gabbiana dalle piume color argento, e noi seguiremo la sua storia. ASCOLTA L INSEGNANTE Kengah infilò la testa sott acqua per acchiappare la quarta aringa, e così non sentì il grido d allarme che fece tremare l aria... Era questa la morte che la aspettava, e desiderò scomparire presto tra le fauci di un grosso pesce. La macchia nera. La peste nera. Mentre aspettava la fine fatale, Kengah maledisse gli umani. Ma non tutti. Non devo essere ingiusta stridette debolmente. Spesso, dall alto, aveva visto come grandi petroliere approfittavano delle giornate di nebbia costiera per andare al largo a lavare le loro cisterne. Rovesciavano in mare migliaia di litri di una sostanza densa e pestilenziale che veniva trascinata via dalle onde. Ma a volte aveva visto anche delle piccole imbarcazioni che si avvicinavano alle petroliere e impedivano loro di svuotare le cisterne. Disgraziatamente quelle barche ornate dai colori dell arcobaleno non sempre arrivavano in tempo per impedire l avvelenamento dei mari. ASCOLTA L INSEGNANTE Kengah passò le ore più lunghe della sua vita posata sull acqua Si tuffò ancora una volta e con il becco cercò di tirar via lo strato di sporco che le copriva la coda. Sopportò il dolore delle piume strappate, e finalmente vide la sua parte posteriore un po meno lurida. Al quinto tentativo Kengah riuscì a spiccare il volo. Batteva le ali con disperazione perché il peso della cappa di petrolio non le permetteva di planare. Un solo attimo di riposo e sarebbe precipitata. Per fortuna era una gabbiana giovane e i suoi muscoli rispondevano adeguatamente. Guadagnò quota. 150 Testo integrale nel Kit didattica
IL PIACERE DI ASCOLTARE La peste nera, Luis Sepúlveda