Filastorta – Filastretta – Filastruzzo, Silvia Roncaglia

Amici animali LABORATORIO DI LETTURA ASSONANZE, CONSONANZE e... ANCORA RITMO! Continuiamo a esplorare i testi poetici: osserviamo rime, assonanze, consonanze e la misura dei versi. Filastorta Filastorta gobba e smorta, perché bussi alla mia porta? Filastorta storce il naso, strizza gli occhi e storta sta. Fi la stor ta Completa la divisione in sillabe di Filastorta. si al Scrivi qual è la rima finale che viene ripetuta più volte in Filastorta: ba e la ce il .................................................................... gli oc .................................................................... Scrivi qual è la rima finale che viene ripetuta più volte in Filastretta: ASSONANZA .................................................................................... Quando i suoni finali di due versi hanno uguali solo le vocali non abbiamo più rime ma assonanze. Quante volte viene ripetuta? Filastretta Filastretta, poveretta, si è ristretta molto in frétta. Non ne résta che una rima, poi finisce la meschina! str - uzzo pprtr stram str str - azzo Silvia Roncaglia, Principerse e filastrane, Nuove Edizioni Romane 144 ........................ Quali sono le vocali che rimangono in rima e meschina? ............................................ La consonante m invece cambia: diventa una ...................................................... Filastruzzo Filastruzzo come un pazzo ti sorpassa e fila a razzo, poi d un tratto giù stramazza filastruzzo per la strada. Quante volte viene ripetuta? CONSONANZA Quando i suoni finali di due versi hanno uguali solo le consonanti, non abbiamo più rime ma consonanze. Inserisci nelle caselle il pezzetto finale della parola, poi colora di rosso le rime e collega con un trattino blu le consonanze.
Filastorta – Filastretta – Filastruzzo, Silvia Roncaglia