Qual era l’errore?, Christian Jacq

Lontano nel tempo Qual era l errore? Christian Jacq, Il ragazzo che sfidò Ramses il Grande, Piemme Ci trasferiamo con la fantasia nell antico Egitto... Kamosè è un giovane apprendista geometra che segue gli insegnamenti di un maestro artigiano. Il suo sogno è di poter lavorare alle dipendenze di un maestro geometra, per questo ha lavorato giorno e notte per realizzare la sua prima opera: una Sfinge di legno. Perizoma: fascia da annodare intorno alla vita per formare una specie di mutandina. Avere fallito: non essere riuscito a fare ciò che doveva. La qualità mediocre è: una qualità di ottimo livello. una qualità di medio livello. una qualità di basso livello. Possibilità di appello: possibilità di difendersi. 106 La sfinge di legno dorato era terminata. Nel momento preciso in cui Kamosè posava suoi attrezzi, comparve il maestro. Lascia qui il tuo lavoro ordinò e vieni con me. Kamosè uscì dal cantiere dove si era quasi dimenticato dell esistenza del giorno e della notte. Il maestro lo condusse fino all alloggio di uno dei suoi colleghi, un uomo alto e asciutto di cui gli apprendisti dicevano che fosse il detentore dei segreti della geometria sacra. Inchinati davanti al maestro geometra ordinò il maestro artigiano che aveva istruito Kamosè. Quest ultimo obbedì senza esitare. Il geometra lasciò Kamosè nelle mani dei suoi assistenti. Costoro tolsero al giovane il grembiule di cuoio e lo introdussero in una stanza da bagno dove venne invitato a lavarsi energicamente. Quando fu ripulito, i due assistenti lo introdussero in una minuscola stanza dalle mura spoglie. La porta si richiuse, lasciandolo nell oscurità più completa. Kamosè respirò lentamente, calmando così la sua apprensione. Nella solitudine, il tempo passò molto in fretta. I due assistenti vennero a prenderlo. Gli annodarono intorno alla cintola un perizoma di un candore immacolato e lo condussero in una vasta sala dove avevano preso posto, su panche di pietra, tutti i maestri artigiani del tempio di Karnak. Il loro viso era di una tale severità che Kamosè ebbe la certezza di avere fallito. Il suo capolavoro, la sfinge dorata, troneggiava in mezzo alla stanza. Il tribunale era presieduto dal maestro geometra. Apprendista Kamosè, dichiarò con una voce profonda siamo qui riuniti per esaminare il tuo capolavoro. L esecuzione è buona, la manualità eccellente. Conosci i tuoi attrezzi e li ami. Però hai commesso un grave errore. La doratura... azzardò il giovane, pronto a for-

Qual era l’errore?, Christian Jacq