Nei fiordi di Oslo, Roald Dahl

VIAGGI E SCOPERTE Nei fiordi di Oslo Roald Dahl, Boy, Salani Lo scrittore Roald Dahl, ricordando la sua infanzia, ritrae in queste righe l’incantevole fascino dei fiordi norvegesi. A meno che non abbiate fatto l’esperienza di un viaggio nei fiordi di Oslo in una bella giornata estiva, non potete immaginare cosa sia. È impossibile descrivere la sensazione di assoluta pace e bellezza che vi invade. Il battello procede zigzagando fra innumerevoli minuscoli isolotti; su alcuni si innalzano casette di legno dipinte a colori vivaci, ma parecchi, spogli d’alberi e di case, non sono che nude rocce granitiche, così lisce e levigate che ci si può stendere sopra in costume da bagno a prendere il sole senza bisogno di sdraiarsi su un asciugamano. Non esistono spiagge di sabbia nel fiordo; le rocce scendono a perpendicolo nell’acqua, subito profonda. Il risultato è che tutti i bambini norvegesi imparano a nuotare fin da piccolissimi, perché se non sanno nuotare è difficile che trovino un posto per bagnarsi. Talvolta, quando il nostro battellino scivolava tra due isolotti, il canale era così stretto che potevamo sfiorare le rocce da tutti e due i lati. Incrociavamo barche e canoe cariche di bambini coi capelli color del lino e la pelle dorata dal sole e ci sbracciavamo a salutarli mentre le loro minuscole imbarcazioni beccheggiavano violentemente nella larga scia che ci lasciavamo alle spalle. Nel tardo pomeriggio sbarcavamo finalmente sull’isola di Tjöme, dove la mamma ci conduceva ogni estate. Dio sa come avesse scovato quel posto, ma per noi era il luogo più meraviglioso della Terra. Fiordo: stretta insenatura della costa allungata e profonda, tipica della Norvegia. Roccia granitica: roccia fatta di granito, una pietra molto diffusa che può essere di colori diversi: grigio, rosa, giallo o rosso, con striature nere. Color del lino: il lino è una pianta da cui si ricava fibra da tessere. Il colore di un tessuto grezzo di lino è chiaro, bianco giallognolo. Beccheggiare: oscillare sull’acqua. TESTI per CAPIRE ● Evidenzia nel testo la parte che descrive i fiordi. Confronta la descrizione con la foto che illustra il brano. Quali particolari presenti nel testo puoi vedere anche nell’immagine?
VIAGGI E SCOPERTE     Nei fiordi di Oslo Roald Dahl, Boy, Salani Lo scrittore Roald Dahl, ricordando la sua infanzia, ritrae in queste righe l’incantevole fascino dei fiordi norvegesi. A meno che non abbiate fatto l’esperienza di un viaggio nei fiordi di Oslo in una bella giornata estiva, non potete immaginare cosa sia. È impossibile descrivere la sensazione di assoluta pace e bellezza che vi invade. Il battello procede zigzagando fra innumerevoli minuscoli isolotti; su alcuni si innalzano casette di legno dipinte a colori vivaci, ma parecchi, spogli d’alberi e di case, non sono che nude rocce granitiche, così lisce e levigate che ci si può stendere sopra in costume da bagno a prendere il sole senza bisogno di sdraiarsi su un asciugamano. Non esistono spiagge di sabbia nel fiordo; le rocce scendono a perpendicolo nell’acqua, subito profonda. Il risultato è che tutti i bambini norvegesi imparano a nuotare fin da piccolissimi, perché se non sanno nuotare è difficile che trovino un posto per bagnarsi. Talvolta, quando il nostro battellino scivolava tra due isolotti, il canale era così stretto che potevamo sfiorare le rocce da tutti e due i lati. Incrociavamo barche e canoe cariche di bambini coi capelli color del lino e la pelle dorata dal sole e ci sbracciavamo a salutarli mentre le loro minuscole imbarcazioni beccheggiavano violentemente nella larga scia che ci lasciavamo alle spalle. Nel tardo pomeriggio sbarcavamo finalmente sull’isola di Tjöme, dove la mamma ci conduceva ogni estate. Dio sa come avesse scovato quel posto, ma per noi era il luogo più meraviglioso della Terra. Fiordo: stretta insenatura della costa allungata e profonda, tipica della Norvegia. Roccia granitica: roccia fatta di granito, una pietra molto diffusa che può essere di colori diversi: grigio, rosa, giallo o rosso, con striature nere. Color del lino: il lino è una pianta da cui si ricava fibra da tessere. Il colore di un tessuto grezzo di lino è chiaro, bianco giallognolo. Beccheggiare: oscillare sull’acqua. TESTI per CAPIRE ● Evidenzia nel testo la parte che descrive i fiordi. Confronta la descrizione con la foto che illustra il brano. Quali particolari presenti nel testo puoi vedere anche nell’immagine?