I bambini sulle montagne, Pinin Carpi

VIAGGI E SCOPERTE I bambini sulle montagne Pinin Carpi, Nel bosco del mistero, Einaudi Ragazzi Ti piacerebbe giocare nel bosco, perderti tra i sentieri, rotolarti sull’erba dei prati, fare merenda con un panino, poi di nuovo correre come un lupo tra le rocce, aspettare la notte per giocare ancora a guardie e ladri? Sembra davvero un bel sogno, sembra quasi una… poesia! Corrono sulle montagne i miei bambini, nei boschi delle liane, nei sentieri, sull’acqua dei torrenti, nelle valli dove c’è ombra fresca e sassi e rami che si frantumano. I sentieri si arrampicano e vanno e incontrano altri sentieri e altri sentieri e i bambini raggiungono la cima e vedono più in alto un’altra cima e un’altra cima. Finché arrivano agli alberi carichi di ricci di castagne dove c’è un grande prato per saltare, correre, rotolarsi e mangiare uova sode e panini col prosciutto, formaggio e cioccolata. Poi tornano nei boschi dove ci sono tanti segreti da esplorare e da scoprire, e le fragole e i fiori bianchi, TESTI per CAPIRE ● Il titolo di questa poesia ci dice che siamo in montagna. Sottolinea tutte le parole del testo che te lo fanno capire. • In questa poesia le stelle hanno ..................... • Che cosa fanno le stelle? ..................... nel blu ..................... per l’emozione mentre ..................... i bambini. PAROLE per PENSARE star bene a scuola GIOCHI E SOGNI ● Tra tutte le cose che fanno i bambini della poesia, a te che cosa piacerebbe fare? Racconta ai compagni. i lamponi e i fiori celesti, le more e le castagne marroni, i fiori lilla e bruni e i lunghi rami guizzanti per farci dei bastoni. Scoprono i boschi fondi dentro le valli buie e giù dai colli a onde d’erba piena di vento dove si corre al vento come cervi delle grandi foreste che giocano coi lupi grigi fra i cupi roccioni in mezzo ai tronchi degli alberi giganti. Che la sera diventano capanne aperte verso il cielo dove nel blu turchino le stelle a poco a poco affiorano dorate e tremano d’emozione coi loro occhi splendenti guardando i miei bambini contenti come il mondo dei sogni. Il mondo dei sogni bravi amici che vengono a giocare a guardie e ladri dopo mangiato quando c’è buio, fra le case e i giardini, dietro i muri, nei nascondigli segreti e felici. MIMIAMO CON I GESTI E CON I SUONI ● Questa è una poesia che è bello mimare. Un bambino o una bambina legge, gli altri fanno ciò che i versi suggeriscono. ● Una bella musica di sottofondo li può accompagnare. Tu come la sceglieresti? Lenta e tranquilla. Veloce e allegra.
VIAGGI E SCOPERTE     I bambini sulle montagne Pinin Carpi, Nel bosco del mistero, Einaudi Ragazzi Ti piacerebbe giocare nel bosco, perderti tra i sentieri, rotolarti sull’erba dei prati, fare merenda con un panino, poi di nuovo correre come un lupo tra le rocce, aspettare la notte per giocare ancora a guardie e ladri? Sembra davvero un bel sogno, sembra quasi una… poesia! Corrono sulle montagne i miei bambini, nei boschi delle liane, nei sentieri, sull’acqua dei torrenti, nelle valli dove c’è ombra fresca e sassi e rami che si frantumano. I sentieri si arrampicano e vanno e incontrano altri sentieri e altri sentieri e i bambini raggiungono la cima e vedono più in alto un’altra cima e un’altra cima. Finché arrivano agli alberi carichi di ricci di castagne dove c’è un grande prato per saltare, correre, rotolarsi e mangiare uova sode e panini col prosciutto, formaggio e cioccolata. Poi tornano nei boschi dove ci sono tanti segreti da esplorare e da scoprire, e le fragole e i fiori bianchi, TESTI per CAPIRE ● Il titolo di questa poesia ci dice che siamo in montagna. Sottolinea tutte le parole del testo che te lo fanno capire. • In questa poesia le stelle hanno ..................... • Che cosa fanno le stelle? ..................... nel blu ..................... per l’emozione mentre ..................... i bambini. PAROLE per PENSARE  star bene a scuola GIOCHI E SOGNI ● Tra tutte le cose che fanno i bambini della poesia, a te che cosa piacerebbe fare? Racconta ai compagni. i lamponi e i fiori celesti, le more e le castagne marroni, i fiori lilla e bruni e i lunghi rami guizzanti per farci dei bastoni. Scoprono i boschi fondi dentro le valli buie e giù dai colli a onde d’erba piena di vento dove si corre al vento come cervi delle grandi foreste che giocano coi lupi grigi fra i cupi roccioni in mezzo ai tronchi degli alberi giganti. Che la sera diventano capanne aperte verso il cielo dove nel blu turchino le stelle a poco a poco affiorano dorate e tremano d’emozione coi loro occhi splendenti guardando i miei bambini contenti come il mondo dei sogni. Il mondo dei sogni bravi amici che vengono a giocare a guardie e ladri dopo mangiato quando c’è buio, fra le case e i giardini, dietro i muri, nei nascondigli segreti e felici. MIMIAMO CON I GESTI E CON I SUONI ● Questa è una poesia che è bello mimare. Un bambino o una bambina legge, gli altri fanno ciò che i versi suggeriscono. ● Una bella musica di sottofondo li può accompagnare. Tu come la sceglieresti?   Lenta e tranquilla.   Veloce e allegra.