L’acqua che esce dal ghiacciaio, Rabindranath Tagore

PIANETA VERDE Poesie sull’acqua Ecco due poesie che hanno come oggetto l’acqua: la prima ci parla dell’acqua delle montagne, l’altra ci riporta al mare e all’estate... L’acqua che esce dal ghiacciaio Rabindranath Tagore, Il canto della vita, Guanda L’acqua che esce dal ghiacciaio, tenuta ferma anni e anni dalla meditazione dell’Himalaya, sotto l’occhio delle stelle senza parole si scioglie ai raggi del sole e porta in ogni direzione un canto di felicità senza fine. Penso al mare Chiara Carminati, Il mare in una rima, Mondadori Quando penso al mare ho pensieri liquidi. Quando penso al mare ho pensieri freschi di onde di spruzzi di schiume. Quando penso al mare poi ci ripenso spesso come la marea. L’Himalaya è una catena montuosa che si trova in Asia. È chiamata “il tetto del mondo” perché comprende le montagne più alte della Terra. Cercala sull’atlante fra l’India e la Cina per scoprire di preciso dove si trova. Quanto sono alte le sue vette? Procurati qualche foto dei suoi ghiacciai. TESTI per CAPIRE ● Rispondi alle seguenti domande che riguardano la poesia “L’acqua che esce dal ghiacciaio”. • All’inizio della poesia c’è il silenzio delle vette; alla fine della poesia il silenzio non c’è più: che cosa c’è al suo posto? ...................... • All’inizio della poesia tutto è fermo e immobile come il ghiaccio. Alla fine della poesia l’immobilità è scomparsa: che cosa c’è al suo posto? ...................... ● Rileggi la poesia “Penso al mare” e cerca di ricostruire l’ambiente in cui ci porta il poeta. Immagina di trovarti lì e scrivi un breve testo sul quaderno. Segui la traccia di queste domande. • C’è qualcuno vicino a te? • Ci sono rumori? • C’è agitazione, movimento? • È giorno? È notte?
PIANETA VERDE     Poesie sull’acqua Ecco due poesie che hanno come oggetto l’acqua: la prima ci parla dell’acqua delle montagne, l’altra ci riporta al mare e all’estate... L’acqua che esce dal ghiacciaio Rabindranath Tagore, Il canto della vita, Guanda L’acqua che esce dal ghiacciaio, tenuta ferma anni e anni dalla meditazione dell’Himalaya, sotto l’occhio delle stelle senza parole si scioglie ai raggi del sole e porta in ogni direzione un canto di felicità senza fine. Penso al mare Chiara Carminati, Il mare in una rima, Mondadori Quando penso al mare ho pensieri liquidi. Quando penso al mare ho pensieri freschi di onde di spruzzi di schiume. Quando penso al mare poi ci ripenso spesso come la marea. L’Himalaya è una catena montuosa che si trova in Asia. È chiamata “il tetto del mondo” perché comprende le montagne più alte della Terra. Cercala sull’atlante fra l’India e la Cina per scoprire di preciso dove si trova. Quanto sono alte le sue vette? Procurati qualche foto dei suoi ghiacciai.  TESTI per CAPIRE ● Rispondi alle seguenti domande che riguardano la poesia “L’acqua che esce dal ghiacciaio”. • All’inizio della poesia c’è il silenzio delle vette; alla fine della poesia il silenzio non c’è più: che cosa c’è al suo posto? ...................... • All’inizio della poesia tutto è fermo e immobile come il ghiaccio. Alla fine della poesia l’immobilità è scomparsa: che cosa c’è al suo posto? ...................... ● Rileggi la poesia “Penso al mare” e cerca di ricostruire l’ambiente in cui ci porta il poeta. Immagina di trovarti lì e scrivi un breve testo sul quaderno. Segui la traccia di queste domande. • C’è qualcuno vicino a te? • Ci sono rumori? • C’è agitazione, movimento? • È giorno? È notte?