Una giornata ecologica, Angelo Petrosino

Per RICOMINCIAREFATTI e SEQUENZE LOGICHE Leggi il testo con attenzione. Dovrai inserire una sequenza per completarlo. Una giornata ecologica Angelo Petrosino, A scuola con Valentina, Piemme (adattamento) 1 A un chilometro circa dalla nostra scuola c’è un fiume. Sulla riva destra del fiume c’è un bosco. Un piccolo bosco nel quale, però, non è possibile giocare o passeggiare. Infatti è stato trasformato in una discarica abusiva ed è sporco da non dire. Un vero immondezzaio, insomma. 2 E così, nei giorni scorsi, ci siamo detti: - Perché non dargli una ripulita? - Ve la sentite davvero di farlo? - ci ha chiesto il maestro. - Certo. Se quel bosco fosse più decente, mia mamma ci potrebbe portare mia sorella e io potrei andarci in bici - ha detto Giulia. - Adesso è disgustoso e mio nonno dice che gli stanno uccidendo i ricordi della sua giovinezza - ha detto Flavio. - Ne parlerò con la direttrice - ha detto il maestro. 3 [...] 4 Nel giro di una settimana sono arrivati nella nostra classe grandi sacchi per raccogliere l’immondizia, palette, guanti spessi. 5 - Mi raccomando, portate tutti jeans e scarpe alte - ci ha ricordato il maestro. - Formeremo una specie di campo base con vari punti di raccolta. In uno raccoglieremo i rifiuti organici, in un altro i medicinali, in un altro la carta, in un altro metalli e plastica. 6 Quando gliene ho parlato, mia madre mi ha detto: - Valentina, è molto bello ciò che volete fare. Ma sta’ attenta. Non toglierti mai i guanti e bada a dove metti i piedi. - Sta’ tranquilla, mamma. Credo che la cosa più complicata, domani, sarà turarsi il naso per non sentire la puzza. 7 E così stamattina, equipaggiati di tutto punto, siamo partiti dalla scuola come una squadra di soccorso. CAUSE E CONSEGUENZE ● Nel racconto manca la sequenza 3. Quale di queste due è quella giusta? Fai attenzione alle parole evidenziate. La direttrice è stata subito d’accordo. - Mi sembra giusto - ha detto. - Ci penso io a procurarvi il necessario. La direttrice non era d’accordo. - Non mi sembra giusto - ha detto. - Non vi darò il permesso di andare a pulire il bosco.
Per RICOMINCIAREFATTI e SEQUENZE LOGICHE Leggi il testo con attenzione. Dovrai inserire una sequenza per completarlo. Una giornata ecologica Angelo Petrosino, A scuola con Valentina, Piemme (adattamento) 1 A un chilometro circa dalla nostra scuola c’è un fiume. Sulla riva destra del fiume c’è un bosco. Un piccolo bosco nel quale, però, non è possibile giocare o passeggiare. Infatti è stato trasformato in una discarica abusiva ed è sporco da non dire. Un vero immondezzaio, insomma. 2 E così, nei giorni scorsi, ci siamo detti: - Perché non dargli una ripulita? - Ve la sentite davvero di farlo? - ci ha chiesto il maestro. - Certo. Se quel bosco fosse più decente, mia mamma ci potrebbe portare mia sorella e io potrei andarci in bici - ha detto Giulia. - Adesso è disgustoso e mio nonno dice che gli stanno uccidendo i ricordi della sua giovinezza - ha detto Flavio. - Ne parlerò con la direttrice - ha detto il maestro. 3 [...] 4 Nel giro di una settimana sono arrivati nella nostra classe grandi sacchi per raccogliere l’immondizia, palette, guanti spessi. 5 - Mi raccomando, portate tutti jeans e scarpe alte - ci ha ricordato il maestro. - Formeremo una specie di campo base con vari punti di raccolta. In uno raccoglieremo i rifiuti organici, in un altro i medicinali, in un altro la carta, in un altro metalli e plastica. 6 Quando gliene ho parlato, mia madre mi ha detto: - Valentina, è molto bello ciò che volete fare. Ma sta’ attenta. Non toglierti mai i guanti e bada a dove metti i piedi. - Sta’ tranquilla, mamma. Credo che la cosa più complicata, domani, sarà turarsi il naso per non sentire la puzza. 7 E così stamattina, equipaggiati di tutto punto, siamo partiti dalla scuola come una squadra di soccorso. CAUSE E CONSEGUENZE ● Nel racconto manca la sequenza 3. Quale di queste due è quella giusta? Fai attenzione alle parole evidenziate.   La direttrice è stata subito d’accordo. - Mi sembra giusto - ha detto. - Ci penso io a procurarvi il necessario.   La direttrice non era d’accordo. - Non mi sembra giusto - ha detto. - Non vi darò il permesso di andare a pulire il bosco.