Grandi, dolci occhi scuri, Katherine Scholes

AMICI ANIMALI Grandi, dolci occhi scuri Katherine Scholes, Un bambino e una balena, Salani Sam e Angus sono riusciti a far scivolare in acqua un cucciolo di balena arenato sulla riva. All’inizio l’animale non si muove... Angus corrugò la fronte, riflettendo. Poi cominciò a dondolare lentamente la balena sulle onde. - Ho paura che sia rimasta troppo tempo su un fianco. Dobbiamo scioglierle un po’ i muscoli in modo che recuperi l’orientamento e il controllo del corpo. Entrambi si misero a toccare, dondolare, scuotere, strofinare il corpo della balena che galleggiava sull’acqua. Sam le passò la mano sulla pelle fresca e perfetta, e percepì i primi movimenti della balena, ormai completamente immersa nell’acqua turchese. Poi finalmente la balena si riprese. Con una lunga spinta della grossa pinna della coda, scivolò via lentamente, con la massima calma, quasi del tutto avvolta dall’acqua. Dallo sfiatatoio sprizzò una fontanella. - Sei bella - sussurrò Sam - la mia balena - disse. Sam e Angus la seguirono. Dapprima camminarono nell’acqua, poi le nuotarono accanto, uno a destra e uno a sinistra, indirizzandola verso il mare aperto. Sam sentiva sulle gambe nude i piccoli vortici e i mulinelli provocati dalla balena che si allontanava. Le si accostò un po’ di più, allungò il braccio e con la punta delle dita le toccò la pelle morbida come seta. La balena sollevò la grande testa dalle onde, e il suo luccicante occhio scuro fissò il ragazzo con uno sguardo caldo e tranquillo. La pinna della coda sfiorò delicatamente il braccio di Sam. Poi la balena si immerse e nuotò verso la libertà. Verso casa. Sam scrutò le creste delle onde ormai deserte. La sua balena era andata via. Si girò e tornò a nuoto verso Angus. L’uomo e il ragazzo si arrampicarono sugli scogli della terraferma. Poi rimasero lì in piedi, l’uno accanto all’altro, gocciolanti d’acqua, a guardare il mare. In lontananza scorsero la sagoma scura di una balena che sbucava dall’acqua: videro emergere e poi scomparire ora una pinna, ora la coda, ora il dorso lucente, e infine videro la testa dai grandi, dolci, occhi scuri. TESTI per CAPIRE ● Nel descrivere la balena viene usata una similitudine.Le similitudini iniziano con la parola “come”. Cercala nel testo e trascrivila qui. La pelle era .............. ● Quali aggettivi sono usati per descrivere le parti del corpo dell’animale (pinna della coda • testa • dorso • occhi)? Scrivi nel quaderno. ● Prima di nuotare libera, sembra quasi che la balena voglia ringraziare il ragazzo. In che modo? Che cosa fa? Sottolinea le parole nel testo.
AMICI ANIMALI     Grandi, dolci occhi scuri Katherine Scholes, Un bambino e una balena, Salani Sam e Angus sono riusciti a far scivolare in acqua un cucciolo di balena arenato sulla riva. All’inizio l’animale non si muove... Angus corrugò la fronte, riflettendo. Poi cominciò a dondolare lentamente la balena sulle onde. - Ho paura che sia rimasta troppo tempo su un fianco. Dobbiamo scioglierle un po’ i muscoli in modo che recuperi l’orientamento e il controllo del corpo. Entrambi si misero a toccare, dondolare, scuotere, strofinare il corpo della balena che galleggiava sull’acqua. Sam le passò la mano sulla pelle fresca e perfetta, e percepì i primi movimenti della balena, ormai completamente immersa nell’acqua turchese. Poi finalmente la balena si riprese. Con una lunga spinta della grossa pinna della coda, scivolò via lentamente, con la massima calma, quasi del tutto avvolta dall’acqua. Dallo sfiatatoio sprizzò una fontanella. - Sei bella - sussurrò Sam - la mia balena - disse. Sam e Angus la seguirono. Dapprima camminarono nell’acqua, poi le nuotarono accanto, uno a destra e uno a sinistra, indirizzandola verso il mare aperto. Sam sentiva sulle gambe nude i piccoli vortici e i mulinelli provocati dalla balena che si allontanava. Le si accostò un po’ di più, allungò il braccio e con la punta delle dita le toccò la pelle morbida come seta. La balena sollevò la grande testa dalle onde, e il suo luccicante occhio scuro fissò il ragazzo con uno sguardo caldo e tranquillo. La pinna della coda sfiorò delicatamente il braccio di Sam. Poi la balena si immerse e nuotò verso la libertà. Verso casa. Sam scrutò le creste delle onde ormai deserte. La sua balena era andata via. Si girò e tornò a nuoto verso Angus. L’uomo e il ragazzo si arrampicarono sugli scogli della terraferma. Poi rimasero lì in piedi, l’uno accanto all’altro, gocciolanti d’acqua, a guardare il mare. In lontananza scorsero la sagoma scura di una balena che sbucava dall’acqua: videro emergere e poi scomparire ora una pinna, ora la coda, ora il dorso lucente, e infine videro la testa dai grandi, dolci, occhi scuri. TESTI per CAPIRE ● Nel descrivere la balena viene usata una similitudine.Le similitudini iniziano con la parola “come”. Cercala nel testo e trascrivila qui. La pelle era .............. ● Quali aggettivi sono usati per descrivere le parti del corpo dell’animale (pinna della coda • testa • dorso • occhi)? Scrivi nel quaderno. ● Prima di nuotare libera, sembra quasi che la balena voglia ringraziare il ragazzo. In che modo? Che cosa fa? Sottolinea le parole nel testo.